RAVENNA, FIORE(FN): SIAMO STANCHI DELLA PERSECUZIONE NEI CONFRONTI DEL NOSTRO MOVIMENTO, MANIFESTEREMO PER DIFENDERE I NOSTRI DIRITTI POLITICI

“Vorrei segnalare all’ opinione pubblica l’ assurdo atteggiamento della Questura di Ravenna, e dei media locali, i quali per motivi ignoti si stanno concentrando in modo quasi paranoico e al limite del persecutorio sui locali attivisti di Forza Nuova.” dichiara l’ On. Roberto Fiore, Segretario Nazionale di Forza Nuova, che prosegue: ” Mentre, infatti, il gruppo di militanti e di simpatizzanti forzanovisti cresce a Ravenna e si distingue per un attivismo costruttivo e sempre ben inquadrato nell’ ordine e nella legalità, la Questura di Ravenna non esita a tirare in ballo Forza Nuova per qualsiasi misfatto accada nella città: anche con riguardo alle minacce ricevute dal sindaco, per esempio, subito l’ attenzione si era rivolta verso il nostro movimento anche se poi si è appurato che il colpevole era una persona del luogo che ha agito individualmente e che nulla ha a che fare ne con noi, ne con altri gruppi politici. Inoltre mi sembrano assurde le perquisizioni, che la Questura ha effettuato nei confronti del responsabile locale, Raffaello Mariani, il quale è stato, dopo aver subito perquisizioni in casa, nell’ auto e nella sede politica del movimento, denunciato per il possesso di un paio di un paio di tronchesi e un macete ,oggetti comunissimi per chi possiede 40 ettari di terreno e bosco, rinvenuti nella propria macchina: evidentemente sarà parso agli agenti inusuale il possesso di un’ “arma” di tale pericolosità per le piante del nostro coordinatore.
Siamo stanchi di questa vera e propria persecuzione immotivata e pertanto, come movimento politico legale e riconosciuto costituzionalmente, non esiteremo, qualora continui questo stato di cose, ad organizzare una manifestazione pubblica per chiedere il rispetto dei nostri diritti civili e politici.”

FORZA NUOVA
Segreteria Nazionale – Ufficio Stampa
Via A.Cadlolo, 90 – 00136 Roma
Tel. 06/45471802 – 06/45479895 – Fax 06/45479859
info@forzanuova.orghttp://www.forzanuova.org

I veri razzisti a Ravenna

Aseguito delle dichiarazioni del sindaco Matteucci (che per conoscenza e completezza si riportano: Fabrizio Matteucci – Ravenna di tutti – 16 ore fa – E’ stato un fiasco il raduno di Forza Nuova. Meno di 10 partecipanti, ignorati dai ravennati. Come tutti i precedenti raduni. Ravenna e’ una comunita’ che condivide i valori dell’antifascismo) noi rispondiamo così :

In una città dove chi non è allineato ai partiti di maggioranza viene trattato peggio del peggior delinquente che sbarca in Italia, che viene catalogato e schedato e perquisito dalle forze dell’ordine asservite ai poteri forti, dove un presidio viene a sua volta presidiato da un enorme cordone di polizia,minacciati da dubbi soggetti appartenenti ai centri sociali che vietano, anche violentemente, di manifestare le porprie idee, in una città razzista verso i suoi concittadini, razzista verso chi è di diversa opinione politica, per forza nuova presidiare una delle parti degradate di Ravenna in 10 persone fra cui anche cittadini non impegnati politicamente, è un enorme successo. Invece di preoccuparsi di forza nuova e dei suoi attivisti, è ora che inizi a preoccuparsi dei veri problemi ; Ravenna è considerata statisticamente una delle città con un tasso delinquenziale tra i più alti d’Italia . Si dovrebbe vantare di aver diminuito la delinquenza, non di aver combattuto il fascismo ravennate. Si vada a fare un bel giretto in kayak per schiarirsi le idee, che è meglio. D. Raggi F.n. provincia Ravenna

Per le strade ravennate

In merito all’ultimo comunicato dell’uscita che doveva tenersi stasera, mercoledì 3 luglio con presidio presso i giardini Speyer e consecutiva passeggiata presso la zona Gulli, comunichiamo che l’iniziativa è stata posticipata a giovedì 4 luglio con il solo presidio presso i Giardini Speyer, dalle ore 18.30 alle ore 20.00 c.ca contro il degrado della zona della Stazione.
I comunicati usciti dalla parte avversa, rasentano, se non oltrepassano totalmente il ridicolo; si schierano contro il nostro movimento i ragazzi del centro sociale Spartaco, proprio loro paladini della libertà di pensiero e di parola, della democrazia, che urlano combattendo contro i loro mulini a vento, contro quello che per noi e per tutti i ravennati è fondamentale: ridare la città di Ravenna ai suoi concittadini. Il nostro movimento scende in piazza a difesa della nazionalità italiana e contro la delinquenza in maniera egregia e sempre nella legalità a differenza di loro che spesso e volentieri si muovono senza autorizzazioni. Le strade e i quartieri di Ravenna sono di tutti? Bene, lo sono anche dei forzanovisti e non solo per i partecipanti allo Spartaco. COmbattere la criminalità, denunciare gli stati di abbandono di determinate zone, denunciare gli atti deliquenziali che tengono sotto scacco la maggior parte della città non è razzismo, è senso civico, senso del dovere e rispetto delle regole. Priorità che non interessano più all’amministrazione comunale.
Le passeggiate non sono ronde, nessuno si vuol sostituire al lavoro delle forze dell’ordine; siamo liberi cittadini che girano liberamente per le strade denunciando le irregolarità alle stesse istituzioni. Perche non si fanno un giro per la città con noi? Certo, han ragione loro, facile e molto divertente vivere in un mondo parallelo stile “paese delle meraviglie” dove il “fancazzismo” e il “rollare” sono i principali ideali, sempre difesi e paraculati dai soliti poteri forti di sinistra.
Desideria Raggi
Resp. provinciale ravenna

FORZA NUOVA PER LE STRADE A DIFESA DELL’ITALIANITA’

Troppi i recenti fatti di cronaca riguardanti le zone degli Speyer e Gulli a Ravenna. Spaccio, risse fra varie etnie, furti…. ma sembra che l’amministrazione comunale sia ancora in letargo. Nulla viene fatto, nessuna precauzione viene presa. Per tutti Ravenna è una città ancora tranquilla, che vive nella piena sicurezza.
I cittadini ed i commercianti si lamentano, ma poco importa a chi dovrebbe assicurare il meglio ai ravennati.
Forza nuova, da sempre a fianco degli italiani, si è stancata di tale omertà e menefreghismo da parte dei governanti locali che fan orecchie da mercante.
Il movimento scenderà in presidio presso i giardini Speyer mercoledì 3 luglio dalle ore 18.30 alle ore 19.30. Seguirà la prima passeggiata dalle ore 20.00 alle ore 23.00 c.ca presso la zona Gulli per iniziare a garantire sicurezza ai cittadini ravennati. Ravenna è dei ravennati ed è ora che ci riprendiamo le nostre strade. Gli italiani devono ritornare a sentirsi sicuri di girare nelle proprie città senza il timore che possa accadere qualcosa. Si sottolinea che quella di mercoledì prossimo sarà la PRIMA passeggiata in quanto il movimento vuole assicurare un intervento massiccio nelle zone indicate dai cittadini, settimanalmente. La passeggiata è aperta a tutti coloro che vorranno unirsi, aperto ovviamente anche il dialogo con tutti coloro che vorranno informazioni, spiegazioni, dare consigli e trovare soluzioni concrete. I cittadini chiamano, Forza nuova risponde.
D. Raggi resp. provinciale F. N. Ravenna

In Germania si sarebbe dimessa, in Italia…..IDEM?

Blitz nella notte da parte della sezione ravennate di Forza Nuova in merito alla vicenda dove è coinvolta il ministro Idem. Se da una parte la Idem ha iniziato a regolarizzare gli abusi fiscali ed edilizi, dall’altra però deve dare le proprie dimissioni. Buona fede? Ci risulta assai difficile pensarlo: quale persona non conosce le regole su prima e seconda casa e sulla residenza? L’onestà e la rigidità nel rispetto per le regole e le leggi devono essere le principali basi di un politico. In Germania si sarebbe dimessa, in Italia…..IDEM??

Desideria Raggi responsabile provinciale di Ravenna
Marco Di Magro responsabile sezione di Ravenna

idem

fn rim

Blitz contro gli europei di calcio RAVENNA E RIMINI

Esposte bandiere giganti della Palestina e striscioni contro i campionati di calcio in Israele in gran parte delle città italiane. Lotta Studentesca contesta la decisione di assegnare ad Israele lo svolgimento dei Campionati Europei e fa proprio l’appello firmato da Didier Drogba, Jeremy Menez ed altre personalità calcistiche. ” Riteniamo assurdo e quanto meno inopportuna la scelta da parte della FIFA di assegnare ad Israele l’organizzazione degli Europei Under 21.” dichiara Andrea Di Cosimo, responsabile di Lotta Studentesca. ” Ci chiediamo come sia stato possibile che questi organi sportivi, da sempre attenta alla tutela dei diritti umani e pronta a contrastare ogni forma di razzismo, abbiano potuto concedere una tale vetrina ad un paese come Israele, colpevole di aver violato nei suoi sessant’anni di vita oltre 70 risoluzioni internazionali, responsabile di crimini efferati contro la popolazione palestinese, da sempre ignorati se non addirittura giustificati dai mass-media internazionali. Con quest’azione vogliamo dunque fare nostro l’appello firmato da diverse personalità sportive a boicottare tale evento e a sensibilizzare l’opinione pubblica sulle misure oppressive e persecutorie che nel completo silenzio dei media il popolo Palestinese è costretto a subire nella striscia di Gaza. Palestina Libera!”

ls ra

ls ra 1

ls rimini

ls rimini1