Blitz di FN contro la visita del ministro Kyenge alla festa democratica di Cervia.

21
CERVIA – Ennesima dimostranza da parte del nucleo forzanovista nei confronti delle scellerate politiche propagandate dal ministro dell’Integrazione Cecile Kienge, la cui visita è in programma alla festa democratica di Cervia il 26 luglio,e per ribadire per l’ennesima volta la sua radicale contrarietà a qualsiasi tipo di società multietnica.
Questa notte i militanti forzanovisti hanno rilasciato sul territorio cervese diversi manichini insanguinati, corredati da diversi volantini e cartelli recanti la scritta “L’immigrazione uccide – No ius soli”.
Forza Nuova ritiene assolutamente necessario che lo Ius Sanguinis resti saldamente in vigore in quanto è il solo principio naturale e quindi, il solo apllicabile. Tutelare l’identità italiana deve essere di primario interesse, in quanto essa rappresenta la forza da cui trae linfa la vita stessa del nostro popolo.
“I recenti fatti di cronaca, i continui stupri e uccisioni di cittadini italiani per mano di extracomunitari clandestini, il totale silenzio delle istituzioni sempre più vigliacche e sempre più complici e l’evidente razzismo nei confronti dei nostri compatrioti, sono solo alcuni dei motivi che hanno spinto i militanti forzanovisti a compiere l’azione in oggetto” – spiega il responsabile regionale Mariani Raffaello – “Forza Nuova chiede le immediate dimissioni del ministro Kienge tanto loquace nell’enunciare il suo programma distruggi Italia con l’introduzione dello ius soli, quanto taciturna dal non dire neanche un parola di pietà per i morti ammazzati ne una condanna per gli autori di questi delitti”.
Forza Nuova così ribadisce per l’ennesima volta la sua radicale contrarietà a qualsiasi tipo di società multietnica dove lo straniero ha solo doveri e non diritti e dove il cittadino italiano è considerato solo uno strumento da spremere con tasse usuraie.
Dopo che per anni, la classe politica ha raccontato agli italiani che gli immigrati erano necessari per l’economia, Forza Nuova grida ad alta voce senza paura che l’ immigrazione non è una ricchezza, che l’ immigrazione genera povertà tra gli italiani, che l’immigrazione uccide.
Ad oggi solo Forza Nuova si schiera apertamente a reale difesa dell’identità e della cultura Italiana, così come Forza Nuova è l’unico Movimento che avversa la società multirazziale ed il suo manifesto fallimento che riempie le cronache dei giornali ogni giorno.

Cervia, 26 luglio 2013

Ufficio stampa
Forza Nuova Romagna

Annunci

Forza Nuova accoglie il ministro Kyenge: No Ius Soli!

995910_588505967868528_611234723_n

267216_588506331201825_1984575186_n

CESENA – Domenica 14 luglio 2013 ha fatto tappa a Sorrivoli (FC) la carovana dello “ius migrandi” che vede come testimonial il Ministro per l’Integrazione e la Cooperazione Cecile Kyenge. L’intervento di quest’ultima era infatti atteso per le ore 21 all’interno del festival della libera circolazione, evento che propaganda di abolire il reato di clandestinità e il passaggio allo ius soli per l’acquisizione della cittadinanza italiana.
FORZA NUOVA ha “accolto” il Ministro con un presidio statico dalle ore 19 alle ore 22 presso piazza Giosuè Carducci a pochi metri dal luogo dove si svolgeva il contestato evento. Una trentina di militanti forzanovisti con bandiere alla mano hanno srotolato diversi striscioni , rivendicando l’estrema difesa dei nostri confini e della nostra Identità.
“Non esiste al mondo che una persona che viene espulsa da un territorio nazionale resti libera di circolare e di commettere reati come testimonia tragicamente la cronaca deegli ultimi giorni – commenta Raffaello Mariani, coordinatore di Forza Nuova in Romagna – L’idea di non voler considerare reato lo status di clandestino e’ un’aberrazione legislativa, assente in qualsiasi Paese civile.”
Forza Nuova in un volantino distribuito durante la manifestazione evidenzia poi come “spesso si dimenticano volutamente donne e uomini africani costretti a lavorare per pochi euro al giorno nelle campagne calabresi”.
Solo Forza Nuova ha denunciato questa situazione schierandosi apertamente contro il potere mafioso che gestisce questi traffici; siamo razzisti noi che vogliamo difendere il popolo italiano e aiutare quello africano in Africa o chi, con tanto buonismo e falsa solidarieta’, mette a rischio la sicurezza degli italiani e favorisce questa schiavitu’ del terzo millennio?

Cesena, 14 luglio 2013
Ufficio stampa
Forza Nuova Cesena

Forza Nuova a Forlì, “no allo ius soli”

IMG_0001

IMG

Nella serata di mercoledì 17 luglio la sezione di Forza Nuova locale ha organizzato un presidio in piazza Saffi a Forlì contro lo Ius Soli. Una quindicina di militanti ha distribuito volantini e materiale informativo per esprimere l’assoluta contrarietà del movimento alla modifica della legge per l’acquisizione della cittadinanza e alle gravi conseguenze per il nostro popolo, che porterebbe l’abolizione del reato di clandestinità. Molto positiva la risposta di tanta gente, che ha dimostrato vicinanza alle idee del movimento, e totale sfiducia in una politica ormai asservita ad interessi di lobbies e potentati economici.

Andrea Proli

Forza Nuova Forlì

RAVENNA, FIORE(FN): SIAMO STANCHI DELLA PERSECUZIONE NEI CONFRONTI DEL NOSTRO MOVIMENTO, MANIFESTEREMO PER DIFENDERE I NOSTRI DIRITTI POLITICI

“Vorrei segnalare all’ opinione pubblica l’ assurdo atteggiamento della Questura di Ravenna, e dei media locali, i quali per motivi ignoti si stanno concentrando in modo quasi paranoico e al limite del persecutorio sui locali attivisti di Forza Nuova.” dichiara l’ On. Roberto Fiore, Segretario Nazionale di Forza Nuova, che prosegue: ” Mentre, infatti, il gruppo di militanti e di simpatizzanti forzanovisti cresce a Ravenna e si distingue per un attivismo costruttivo e sempre ben inquadrato nell’ ordine e nella legalità, la Questura di Ravenna non esita a tirare in ballo Forza Nuova per qualsiasi misfatto accada nella città: anche con riguardo alle minacce ricevute dal sindaco, per esempio, subito l’ attenzione si era rivolta verso il nostro movimento anche se poi si è appurato che il colpevole era una persona del luogo che ha agito individualmente e che nulla ha a che fare ne con noi, ne con altri gruppi politici. Inoltre mi sembrano assurde le perquisizioni, che la Questura ha effettuato nei confronti del responsabile locale, Raffaello Mariani, il quale è stato, dopo aver subito perquisizioni in casa, nell’ auto e nella sede politica del movimento, denunciato per il possesso di un paio di un paio di tronchesi e un macete ,oggetti comunissimi per chi possiede 40 ettari di terreno e bosco, rinvenuti nella propria macchina: evidentemente sarà parso agli agenti inusuale il possesso di un’ “arma” di tale pericolosità per le piante del nostro coordinatore.
Siamo stanchi di questa vera e propria persecuzione immotivata e pertanto, come movimento politico legale e riconosciuto costituzionalmente, non esiteremo, qualora continui questo stato di cose, ad organizzare una manifestazione pubblica per chiedere il rispetto dei nostri diritti civili e politici.”

FORZA NUOVA
Segreteria Nazionale – Ufficio Stampa
Via A.Cadlolo, 90 – 00136 Roma
Tel. 06/45471802 – 06/45479895 – Fax 06/45479859
info@forzanuova.orghttp://www.forzanuova.org

I veri razzisti a Ravenna

Aseguito delle dichiarazioni del sindaco Matteucci (che per conoscenza e completezza si riportano: Fabrizio Matteucci – Ravenna di tutti – 16 ore fa – E’ stato un fiasco il raduno di Forza Nuova. Meno di 10 partecipanti, ignorati dai ravennati. Come tutti i precedenti raduni. Ravenna e’ una comunita’ che condivide i valori dell’antifascismo) noi rispondiamo così :

In una città dove chi non è allineato ai partiti di maggioranza viene trattato peggio del peggior delinquente che sbarca in Italia, che viene catalogato e schedato e perquisito dalle forze dell’ordine asservite ai poteri forti, dove un presidio viene a sua volta presidiato da un enorme cordone di polizia,minacciati da dubbi soggetti appartenenti ai centri sociali che vietano, anche violentemente, di manifestare le porprie idee, in una città razzista verso i suoi concittadini, razzista verso chi è di diversa opinione politica, per forza nuova presidiare una delle parti degradate di Ravenna in 10 persone fra cui anche cittadini non impegnati politicamente, è un enorme successo. Invece di preoccuparsi di forza nuova e dei suoi attivisti, è ora che inizi a preoccuparsi dei veri problemi ; Ravenna è considerata statisticamente una delle città con un tasso delinquenziale tra i più alti d’Italia . Si dovrebbe vantare di aver diminuito la delinquenza, non di aver combattuto il fascismo ravennate. Si vada a fare un bel giretto in kayak per schiarirsi le idee, che è meglio. D. Raggi F.n. provincia Ravenna

Per le strade ravennate

In merito all’ultimo comunicato dell’uscita che doveva tenersi stasera, mercoledì 3 luglio con presidio presso i giardini Speyer e consecutiva passeggiata presso la zona Gulli, comunichiamo che l’iniziativa è stata posticipata a giovedì 4 luglio con il solo presidio presso i Giardini Speyer, dalle ore 18.30 alle ore 20.00 c.ca contro il degrado della zona della Stazione.
I comunicati usciti dalla parte avversa, rasentano, se non oltrepassano totalmente il ridicolo; si schierano contro il nostro movimento i ragazzi del centro sociale Spartaco, proprio loro paladini della libertà di pensiero e di parola, della democrazia, che urlano combattendo contro i loro mulini a vento, contro quello che per noi e per tutti i ravennati è fondamentale: ridare la città di Ravenna ai suoi concittadini. Il nostro movimento scende in piazza a difesa della nazionalità italiana e contro la delinquenza in maniera egregia e sempre nella legalità a differenza di loro che spesso e volentieri si muovono senza autorizzazioni. Le strade e i quartieri di Ravenna sono di tutti? Bene, lo sono anche dei forzanovisti e non solo per i partecipanti allo Spartaco. COmbattere la criminalità, denunciare gli stati di abbandono di determinate zone, denunciare gli atti deliquenziali che tengono sotto scacco la maggior parte della città non è razzismo, è senso civico, senso del dovere e rispetto delle regole. Priorità che non interessano più all’amministrazione comunale.
Le passeggiate non sono ronde, nessuno si vuol sostituire al lavoro delle forze dell’ordine; siamo liberi cittadini che girano liberamente per le strade denunciando le irregolarità alle stesse istituzioni. Perche non si fanno un giro per la città con noi? Certo, han ragione loro, facile e molto divertente vivere in un mondo parallelo stile “paese delle meraviglie” dove il “fancazzismo” e il “rollare” sono i principali ideali, sempre difesi e paraculati dai soliti poteri forti di sinistra.
Desideria Raggi
Resp. provinciale ravenna