Immigrazione ed illegalità

Da un po’ di tempo apriamo i giornali e leggiamo nella cronaca locale di furti di rame nei cimiteri e nei cantieri, di rapine e traffico di droga ed in tutto questo il denominatore comune è che sono tutte compiute da immigrati.
Non vogliamo fare di tutta un erba un fascio, ma è ormai assodato che i gesti di microcriminalità sono in gran parte a carico di stranieri.
Molti casi non compaiono perché non vengono denunciati; ad esempio qualche sera fa il gestore di un noto locale cittadino si è dovuto chiudere dentro al suo esercizio assieme ai clienti perché tre magrebini in evidente stato di ubriachezza (…ma i musulmani non dovrebbero astenersi dagli alcolici…) pretendevano di entrare con fare minaccioso spaventando i clienti presenti.
Noi lo abbiamo saputo solo per caso in quanto quella sera eravamo appena usciti dal locale che avevamo frequentato da avventori ed il titolare ci ha raccontato il giorno dopo l’accaduto a cui, per pochi minuti, non abbiamo assistito.
Ormai anche Lugo non è più l’isola felice a cui eravamo abituati e le forze dell’ordine non hanno i mezzi necessari ad evitare tutto questo.
Forza Nuova è da tempo che chiede un censimento di tutti gli immigrati presenti sul territorio nazionale ed il rimpatrio di clandestini e di chi è senza lavoro perché è normale che ricorrano alla delinquenza per vivere.
Evitiamo queste situazioni chiudendo le frontiere a questo tipo di immigrazione che porta solo violenza e paura ai cittadini e costi alla società.
Resp. Sez.
Di Lugo
Luca Marchiani

Annunci

Lascia un commento

Non c'è ancora nessun commento.

Comments RSS TrackBack Identifier URI

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...