La tradizione cattolica natalizia dimenticata dalle scuole

Sua Ecc.za
Monsignor Claudio Stagni
Vescovo della Diocesi di Faenza e Modigliana

E p.c. Alle testate quotidiane

Da fonti autorevoli e dalle lamentele di genitori dei bambini che frequentano gli istituti scolastici elementari di Reda, Granarolo e altre scuole faentine, ci risulta che in alcune classi si è deciso di non compiere le tradizionali manifestazioni natalizie, ovvero di eliminare tutte quelle attività come il presepe e attività inerenti ad esso, che ricordano le nostre usanze e tradizioni Cristiane.
A detta di chi ci informa, questa scelta effettuata dagli insegnanti stessi e non prescritta da protocolli ufficiali emessi dalle dirigenze scolastiche, non è dettata da uno spirito di integrazione per non “offendere” la comunità islamica come vogliono farci credere, ma di un volere anticlericale personale.
Forza Nuova, movimento di estrazione Cristiano-Cattolico, è fortemente preoccupato del totale disinteresse da parte delle istituzioni scolastiche che dovrebbero fungere da educatori, in ausilio alle famiglie, per insegnare le basi delle nostre tradizioni storiche e religiose.
Già anni fa abbiamo avuto l’attacco al Crocefisso da parte di atei, oggi abbiamo “l’attacco” al Presepe da parte di questa società consumistica e pseudo-laica proprio in un momento di lassismo culturale e religioso.
Chiediamo, quindi, Sua Eccellenza Mons. Stagni, un Suo autorevole intervento in merito alla situazione sopra descritta, auspicando che chi vuole integrare appartenenti a diverse religioni, capisca che integrare non vuol dire eliminare le nostre tradizioni, ma bensì insegnare alla convivenza.
Per Forza Nuova Faenza
Santarelli Mirco
Raggi Desideria

RETTIFICA:
Dopo alcune segnalazioni pervenute da altri genitori che riferiscono che le tradizioni sono state regolarmente celebrate in queste scuole possiamo dire di non avere ricevuto informazioni attendibili a sostegno del suddetto articolo, pertanto chiediamo scusa a tutti i lettori del blog e alle maestre di queste scuole del disguido.

Annunci

9 commenti

  1. Abito a Reda, ed ho due bambini che frequentano la scuola primaria.
    Già da qualche giorno è esposto, nell’atrio della scuola, un bellissimo presepe preparato dagli alunni di tutte le classi, non capisco la notizia che ho appena letto????
    Oltretutto è già da diversi giorni che stanno lavorando per preparare il tutto.

    • Siamo felici di questa notizia, che sicuramente è il risultato del nostro interessamento visto che è da piu di un mese che abbiamo sollevato il problema anche se siu giornali è uscito solamente in questi giorni.

      • A dirla tutta, il vostro interessamento si è manifestato solamente attraverso la pubblicazione di notizie non veritiere. Nessuno aveva mai messo in dubbio il presepe e il Natale nella nostra scuola! Ripeto: prima di pubblicare notizie, è indispensabile verificare alla fonte! Altrimenti si creano spiacevoli situazioni.

      • Vostro interessamento????? Dove, quando ed in che modo……visto che questo problema non c’è mai stato nella scuola primaria di Reda…!!!
        Sarei curiosa di conoscere la vostra autorevole fonte……forse la fonte più attendibile sarebbe stata la scuola. Bastava una visita o una telefonota per rendersi conto dell’assurdità di ciò che vi è stato erroneamente riferito.
        Comunque gli alunni è da quasi 20 giorni che preparano il tutto x fare il presepe a scuola……
        Continuo a non capire il vostro intervento!?!

    • Evidentemente, chi ha scritto l’articolo non è ben informato. Prima di diffondere una notizia, non sarebbe opportuno verificarne la veridicità! I miei due figli frequentano entrambi la scuola primaria di Reda: il presepe c’è (come ogni anno!) e l’atteggiamento delle insegnanti non corrisponde neppure lontanamente alle parole usate nel vostro articolo. Non capisco proprio il senso della polemica…

  2. Ci e stato riferito piu di un mese fa da una persona che fa parte della scuola di reda e successivamente da altre persone , come poi per altre scuole per le quali propeio i genitori stessi aon venuti a lamentarsi. Non riuaciamo a capire la sua arrabbiatura.

    • Evidentemente vi sono state riferite false notizie, faccio parte del consiglio di interclasse della scuola di Reda, e le assicuro che il Natale con i relativi riti e tradizioni NON È MAI STATO MESSO IN DISCUSSIONE!!!
      Non sono arrabbiata, ma molto delusa dalla pochezza di alcune persone, che oltretutto non hanno nemmeno il coraggio di difendere ciò che asseriscono, visto che continuano a rimanere anonime.
      Si sono forse accorte di aver sbagliato tutto?!?!?
      Bastava parlare con il proprio rappresentante di classe x sapere la verità. Sono state anche lanciate accuse, gratuite, nei confronti delle “nostre ” maestre.
      Sembra una manovra politica per attirare attenzione a discapito di persone che fanno il loro lavoro in modo eccellente, ma soprattutto avete utilizzato come mezzo la scuola ed i nostri bambini. Secondo me è una vergogna.
      Buon lavoro.

    • Ho solo una domanda: ma perché quei genitori anziché andare a lamentarsi presso un partito non hanno semplicemente chiesto delucidazioni ai loro primi interlocutori (rappresentanti di classe, docenti, direzione scolastica) in merito ad una cosa su cui nutrivano dubbi? Un dialogo sincero e costruttivo sarebbe sicuramente stato più gradito e, riprendendo le vostre parole, un modo sicuramente migliore per “insegnare alla convivenza”. Detto questo, considero la questione risolta. Anche se ammettere la cantonata e porgere scuse alle insegnanti della nostra scuola sarebbe sicuramente un bel gesto di un altro importante valore cristiano: l’umiltà.

  3. Se è così rettifico l’articolo

    – Moderatore


Comments RSS TrackBack Identifier URI

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...