Replica alle varie associazioni.

Come volevasi dimostrare, non più tardi di due settimane ecco che fanno capolino le varie associazioni faentine, padri di quella bieca solidarietà nei confronti di stranieri che migrano selvaggiamente ed in massa nel nostro paese.
Escono allo scoperto con dichiarazioni e quesiti deliranti in merito alla vicenda di cronaca nera che ha reso protagonista la nostra città non più tardi di 3 venerdì fa.
E per cosa poi? per condannare semplicemente l’efferato atto danno di un ragazzo faentino rimasto gravemente ferito alla testa? assolutamente no, bensì per difendere a spada tratta i colpevoli, ai loro occhi innocenti perché di razza diversa dalla nostra.
Il problema principale per tali associazioni non è la violenza dell’atto, ma bensì l’odio razziale che in primis il movimento di Forza Nuova, ma anche cittadini privati hanno scatenato nei confronti dei soggetti che hanno commesso il reato.
Nessuno si deve arrogare il diritto di estendere la responsabilità ai connazionali dell’indagato? (non condannato come sostengono loro, magari!) Abbiamo posto accento sulla nazionalità degli individui coinvolti? Certamente, il reato è stato commesso per mano di stranieri e non di italiani (condannabile alla stessa maniera).

Mi chiedo se certa gente continua a vivere in una bolla di sapone senza capire i reali problemi della nostra società, mi chiedo come facciano a continuare sulla loro strada con i paraocchi, senza voltarsi nè a destra e nè a sinistra, hanno forse degli ottimi tornaconti?
La certezza è una sola: i veri razzisti sono loro nei confronti dei loro concittadini italiani.
Fa scalpore che la gente si sta stancando della violenza straniera messa in atto quotidianamente nelle nostre città, razzismo, odio nei confronti dello straniero, omofobia, xenofobia sono le uniche parole nel vocabolario di queste associazioni paladine di un’integrazione sociale, culturale, economica a danno di noi italiani, a favore degli extra-comunitari che arrivano in Italia e di cui solamente il 10% realmente si integra secondo le nostre usanze e le nostre leggi, ma che per il restante 90% delinque.
Se fossero stati due italiani a ridurre in gravi condizioni uno straniero, come si sarebbero comportate queste associazioni? Faenza sarebbe tappezzata di bandiere della pace, cortei a non finire, ovviamente il tutto condito che le solite parole: razzismo, odio, omofobia etc. etc.
Non hanno rispetto del prossimo se non ha la carta di soggiorno, e soprattutto non hanno rispetto per i genitori del ragazzo faentino gravemente ferito, reo di aver chiesto di non far casino sotto casa.
Vergogna.

Desideria Raggi

Responsabile provinciale di Ravenna

Annunci

Lascia un commento

Non c'è ancora nessun commento.

Comments RSS TrackBack Identifier URI

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...