Conferenza stampa di Vincenzo Fanelli per presentare le elezioni 2010

Parte 1

Parte 2

Parte 3

Parte 4

Parte 5

Annunci

IL PROGRAMMA DI FANELLI VINCENZO

IL NOSTRO PROGETTO PER FAENZA

PROGRAMMA DELLA LISTA FORZA NUOVA PER LE AMMINISTRATIVE DEL 2010

1. PREFERENZA NAZIONALE
Forza Nuova ritiene compito primario degli Enti Locali quello di ottimizzare la gestione delle risorse per interventi in campo sociale. A questo fine ed un’ottica di equità verrà introdotto il principio della Preferenza Nazionale: I servizi sociali comunali verranno erogati in forma preferenziale o esclusiva ai cittadini italiani, ogni qualvolta la legislazione vigente lo consenta; non si può infatti disconoscere che chi da sempre possiede radici in una terra ha contribuito, nel succedersi delle generazioni, alla realizzazione delle strutture che una comunità si è data, a differenza degli stranieri che, ovviamente, non possono vantare gli stessi diritti alla fruizione dei servizi.
2. SERVIZI SOCIALI PER L’INFANZIA
L’amministrazione comunale deve operare in stretta sinergia con la Provincia e la Regione per varare un progetto complessivo che deve fondersi ed integrarsi con gli interventi di competenza del governo nazionale, al fine di potenziare i servizi sociali in queste aree di intervento prioritario:
• Creazione di un’Istituzione per la Famiglia con compiti di assistenza e di aiuto per le famiglie italiane numerose, per le famiglie monoreddito nelle quali la donna decida volontariamente di rimanere a casa ad accudire i figli, per le famiglie con portatori di handicap o anziani non autosufficienti a carico, per le ragazze madri lavoratrici, per i minori a rischio.
• Adozione di una politica di contrasto all’aborto senza se e senza ma, in tutte le modalità previste dalla normativa vigente, offrendo forme di sostegno morale e materiale alle donne italiane che rinuncino ad abortire, vigilando sull’effettivo rispetto della parte della legge194 relativa alla corretta informazione circa le alternative possibili all’aborto.
• Garanzia per tutti i bambini e gli adolescenti (da 6 a 16 anni) di una sana attività sportiva, il Comune incentiverà la pratica sportiva per arrivare ad ottenere una media settimanale di almeno 6 ore di attività sportiva per ogni minore.
• Potenziamento dei Servizi di supporto ai malati mentali ed alle loro famiglie.

3. SICUREZZA
Forza Nuova intende battersi per garantire ai propri concittadini la massima sicurezza; a questo fine dedicherà in particolare il proprio impegno ai seguenti aspetti:
• Lotta vigorosa contro la criminalità di qualsiasi tipo ed entità con istituzione di una regia unica interforze coordinata dal Prefetto; in particolare il Sindaco intende avvalersi di ogni facoltà concessa dalla legislazione vigente in materia di gestione e coordinamento delle attività di Ordine Pubblico.
• Strenuo contrasto dell’immigrazione , in ogni forma possibile e concessa dalla legislazione vigenze, nella consapevolezza che gli attuali flussi di stranieri che invadono il territorio italiano fanno parte di un ben preciso piano teso alla creazione di entità sopranazionali ed alla distruzione delle identità nazionali.
• Chiusura di ogni tipo di insediamento di cosiddetti nomadi e rifiuto assoluto di qualsiasi forma di agevolazione di tale condizione.
• Azione di contrasto dei fenomeni di accattonaggio, anche in considerazione del fatto che essi spesso comportano: perdita del decoro della città; crimini di riduzione in schiavitù di minori costretti con lòa violenza a mendicare; presenza di persone clandestine che non hanno titolo per soggiornare sul territorio nazionale e che vanno rispedite al più presto a casa loro.
• Assoluta indisponibilità a fornire spazi e strutture comunali per cosiddetti Centri Sociali; infatti tali forme di pseudo-aggregazione portano con sé disvalori che si ritengono incompatibili con una scelta di serena convivenza civile.

4. QUALITA’ DELLA VITA
Forza Nuova lavorerà per garantire ai propri concittadini una migliore qualità della vita; in particolare l’impegno del Movimento sarà incentrato su :
a. Riconoscimento del diritto alla casa per i cittadini italiani, adottando provvedimenti quali: gestione più efficace ed equa del patrimonio immobiliare, per assicurare un’abitazione dignitosa alle giovani coppie di sposi italiani e alle famiglie italiane disagiate non ancora assegnatarie di alloggi pubblici; cessione di abitazioni a giovani coppie italiane, che vedranno progressivamente diminuito l’importo da corrispondere al comune per ogni figlio nato all’interno del matrimonio; alla nascita del sesto figlio legittimo la coppia avrà così ricevuto l’abitazione di proprietà senza dover pagare nulla.
b. Potenziamento dei servizi alla persona nell’ambito dell’assistenza domiciliare integrata per le centinaia di anziani italiani bisognosi di cure ed assistenza sociale.
c. Riorganizzazione e razionalizzazione delle attività di volontariato, con il supporto do cooperative di giovani italiani da impiegare nel campo assistenziale e sociosanitario, e ai quali dovrà essere riconosciuto un salario minimo di inserimento sociale, quale riconoscimento del diritto di cittadinanza.
d. Attivazione di meccanismi di trasparenza totale delle spese comunali per garantire ai cittadini una piena ed effettiva conoscenza dell’utilizzo delle tasse da loro pagate.
e. Rimozione entro due anni, di tutte le barriere architettoniche dagli edifici e dalle aree di proprietà pubblica, e incremento della vigilanza affinché gli spazi esistenti siano effettivamente fruibili dai disabili.
5. SANITA’
Forza Nuova lotterà contro un approccio manageriale ai Servizi Sanitari, con ciò intendendo l’attuale tragica gestione della sanità nella rossa Emilia Romagna. Come logica conseguenza, occorre dire un no risoluto alla privatizzazione della sanità. A livello locale occorre soprattutto:

a. Potenziare il sistema delle Farmacie Comunali, che non deve essere svenduto, ma anzi divenire un punto di riferimento territoriale in grado di assicurare non solo la disponibilità dei farmaci ma anche l’effettuazione di una prima assistenza sanitaria.
b. Impedire categoricamente ogni ulteriore depotenziamento dell’Ospedale di Faenza.
6. AMBIENTE ED URBANISTICA
Forza Nuova intende battersi per ridare decoro a Faenza , città che vanta una caratterizzazione architettonica ed urbanistica eccellente, testimonianza di epoche passate in cui alla bellezza, all’eleganza e alla maestosità si dedicavano molte più attenzioni.
Tanti anni di “sinistre” amministrazioni hanno causato un sensibile degrado della città a livello ambientale ed urbanistico; attività malsane ed inquinanti sono state autorizzate senza ritegno; vandalismi ed imbrattamenti vari sono stati tollerati con consapevole inerzia; una concezione urbanistica, estranea alla tradizione italiana ha causato il progressivo abbandono del centro storico.
La nostra lista vuole porre rimedi a tutti i disastri della sinistra, e si impegna ad agire secondo queste direttrici:
• Restituzione del decoro al centro mediante: ripulitura di tutte le scritte murali; campagna di abbattimento delle imposte comunali per tutti i lavori di ristrutturazione esterna di fabbricati del centro; incentivi per il proseguimento e/o l’apertura di attività commerciali nel centro storico.
• Restituzione della vitalità e della vivibilità al Centro, in particolare nelle ore notturne, con incremento della vigilanza per scoraggiare lo stazionamento di gruppi di malintenzionati, clandestini e soggetti asociali che, con i loro atteggiamenti minacciosi si sono di fatto impadroniti di spazi pubblici.
• Incremento della vigilanza per garantire il rispetto delle vigenti normative in campo ambientale e revoca delle autorizzazioni per le attività industriali che dovessero superare i limiti di legge.

7. LAVORO ED ECONOMIA
Forza Nuova è fermamente convinta che l’Ente Locale più vicino ai cittadini, il Comune, debba e possa contribuire a rilanciare una seria politica a sostegno dell’occupazione, con impieghi meno precari e una progressiva emersione del lavoro nero; in particolare l’azione a livello locale si svilupperà come segue:
• Introduzione di veri incentivi per l’agricoltura, sicuramente una delle maggiori risorse economiche del nostro comprensorio. La qualità della terra e l’esperienza dei nostri operatori permettono di produrre prodotti di assoluta qualità da promuovere a livello nazionale; si attribuiranno agevolazioni ed incentivi ai giovani che voglio no intraprendere il lavoro in campo agricolo. Forza Nuova intende promuovere i prodotti locali di qualità, studiando idonee strategie per eliminare molti inutili passaggi della filiera portando direttamente sulle tavole le eccellenze del nostro territorio.
• Adozione di vere politiche di sviluppo del settore turistico, sicura fonte di beneficio economico per l’intera collettività. Le bellezze artistiche , culturali e paesaggistiche, le eccellenze enogastronomiche, gli eventi già radicati come il palio del Niballo e la notorietà mondiale della produzione ceramica, dovranno contribuire in modo molto più rilevante che ora, alla sviluppo della nostra città.
• Ripristino della piena proprietà pubblica delle aziende erogatrici di pubblici servizi, staccandosi da Hera; esse devono essere organizzate come “aziende speciali” cosìda coniugare il mantenimento dei livelli occupazionali con la necessità di una maggiore efficienza, in grado di sostenere la competizione con i privati; queste aziende non verranno più trasformate in società per azioni.
• Adozione di politiche per lavori utili alla collettività, cui adibire esclusivamente giovani diciottenni italiani, ai quali andrà un “salario di inserimento sociale” per un periodo di incubazione che, in attesa di uno sbocco occupazionale stabile e definitivo , consenta loro di inserirsi a pieno titolo nella società, offrendo in cambio un servizio di pubblica utilità.
• Vigorosa tutela delle piccole attività produttive: il proliferare di iper e supermercati, ovviamente ispirati ad un modello di società comunista e consumista distrugge il tessuto economico cittadino e stravolge una secolare tradizione di rapporti umani che ha sempre trovato nella simbiosi tra urbanistica e piccolo commercio il suo punto di forza. FORZA NUOVA si impegna per la moratoria generalizzata di nuove aperture di attività che prevedono superfici commerciali superiori a 300 metri quadrati.
• Efficace contrasto dell’abusivismo commerciale , anche in collaborazione con gli altri organi di pubblica sicurezza , per tutelare l’equa competizione sul mercato dei commercianti in regola e per togliere fonti di profitto alle organizzazioni criminali che prosperano immettendo sul mercato prodotti falsi e di infima qualità.
• Potenziamento delle strutture di vigilanza comunale che affiancandosi agli altri organi pubblici a ciò deputati, operino per monitorare il grado di sicurezza sul lavoro presente nel territorio comunale, per arginare e ridurre per quanto possibile il tragico fenomeno degli infortuni sul lavoro divenuto vera e propria piaga sociale di una società che guarda sempre più all’utile svincolato dal rispetto per la persona.

ALLE ELEZIONI COMUNALI DI FAENZA
SOSTIENI
UNA PACIFICA RIVOLUZIONE NON PACIFISTA SOSTIENI L’ITALIANITA’
VOTA
VINCENZO FANELLI

PERCHE’ NOI NON DIMENTICHIAMO!

 

 “GIORNATA DEL RICORDO”

 Sabato 13 febbraio 2010 Ore 15.00 – 18.00 – p.zza del Popolo – Faenza

 perche’ anche le vittime delle foibe e dei crimini comunisti devono essere ricordate degnamente!

 In una Italia dove si parla solamente di antifascismo, della giornata della Memoria, della shoa, dove un governo di destra inneggia, anche lui, all’antifascismo dimenticandosi dell’anticomunismo, dimenticandosi di chi ha combattuto ed è morto per la patria per mano dei compagni, Forza Nuova ricorda le vittime delle foibe e di tutti i crimini comunisti perpetrati sino ai giorni nostri!

 Questo è il testamento di un uomo, condannato a morte dai comunisti slavi perchè era fiero di essere italiano!

“… Non piangere per me. Non mi sono mai sentito così forte come in questa notte di attesa, che è l’ultima della mia vita. Tu sai che io muoio per l’Italia. Siamo migliaia di italiani, gettati nelle Foibe, trucidati e massacrati, deportati in Croazia falciati giornalmente dall’odio, dalla fame, dalle malattie, sgozzati iniquamente. Aprano gli occhi gli italiani e puntino i loro sguardi verso questa martoriata terra istriana che è e sarà italiana. Se il Tricolore d’Italia tornerà, come spero, a sventolare anche sulla mia Cherso, bacialo per me, assieme ai miei figli. Domani mi uccideranno. Non uccideranno il mio spirito, né la mia fede. Andrò alla morte serenamente e come il mio ultimo pensiero sarà rivolto a Dio che mi accoglierà e a voi, che lascio, così il mio grido, fortissimo, più forte delle raffiche dei mitra, sarà: viva l’Italia!”.