UFFICIALE IL NOSTRO CANDIDATO PER LE COMUNALI 2010

Mentre da svariati giorni, oramai, le varie fazioni politiche faentine si riuniscono di continuo per riuscire a designare un candidato sindaco, fra rotture interne dei partiti di centro destra ed alleanze non ancora sicure, tra miriadi di nomi illustri da votare su siti internet ed indecisioni sulle primarie da compiere o no, il movimento di Forza Nuova, come già anticipato a fine estate, per le prossime comunali faentine corre da solo candidando Vincenzo Fanelli a sindaco.
L’attività del nostro movimento non si è mai fermata neanche durante la pausa estiva per preparare al meglio la candidatura di Fanelli, storico membro del movimento dal 97, anno in cui nacque la sezione faentina di Forza Nuova. Vice segretario del movimento, ora vice resp della sezione unica romagna, (nata dalla coalizione delle sezioni storiche romagnole Faenza, Ravenna e Lugo e dalle neonate sezioni di Forlì/Predappio, Brisighella, Cesena e Modigliana), sempre accanto a Mirco Santarelli, segretario della sezione, ha portato avanti gli ideali del movimento combattendo sempre in primo piano.
Perfetto candidato per queste fondamentali elezioni comunali per riuscire a risollevare la nostra città dagli errori della giunta uscente.

Annunci

BASTA PRESE IN GIRO, BASA ZINGARI A FAENZA

SONO VENT’ANNI CHE SOPPORTIAMO GLI ZINGARI E CHI LI DIFENDE SEMPRE E COMUNQUE IN OGNI SITUAZIONE. SON VENT’ANNI CHE VENGONO PAGATE ESOSE SOMME DI DENARO A LORO BENEFICIO. I FAENTINI SI SONO STANCATI. ZINGARI EQUIVALE A LADRI, NON SI PUO’ DIRE DI PIU. GIRANO PER FAENZA AD IMPORTUNARE LA GENTE SOPRATTUTTO IN OSPEDALE, DERUBANO SOPRATTUTO EL PERSONE ANZIANE E LE BANCARELLE DURANTE I GIORNI DI MERCATO, URNALI, INSULTANO NELLA LORO LINGUA, TI SPUTANO ADDOSSO SE NON GLI REGALI CIO CHE VOGLIONO. SPORCANO, SONO SPORCHI, PUZZANO PROPRIO, NON CI SI PUò PASSARE VICINO!!!!!!! DOVE PASSANO LORO, SEMBRA CHE PASSI LA TEMPESTA, I PARCHI VENGONO DEVASTATI, LE SOSTE D’AREA, I PARCHEGGI DIVENTANO DISCARICHE A CIELO APERTO. MA C’è SEMPRE QUALCUNO CHE LI DIFENDE PERCHE SONO PERSONE CON DIFFICOLTà E DEVONO ESSERE AIUTATI, INTEGRATI, DOBBIAMO COMPRENDERE LA LORO CULTURA. MA QUALE CULTURA, QUELLA DI MANDARE IN GIRO I BIMBI SCALZI, AD INSEGNARLI A RUBARE, A SPUTARE CONTRO LA GENTE?
ORDE DI ZINGARI STANNO INVADENDO QUOTIDIANAMENTE LA NOSTRA CITTà, NON SOLO LE 2 FAMILIE STAZIONARIE DA ANNI MA ANCHE AMICI E PARENTI CHE ARRIVANO DALLE CITTA’ LIMITROFE, A IERI ERANO UNA QUARANTINA DI ZINGARI!!!! IL SINDACO HA DICHIARATO CHE NON VERRANNO DATE NUOVE RESIDENZE E Nè AREE AI NUOVI ROM CHE STANNO ARRIVANDO IN CITTA’.
SARA’ PROMESSA MANTENUTA O SOLAMENTE LA SOLITA FACCIATA PER “TENERE BUONA” LA CITTADINANZA??? IL MALCONTENTO E’ TANTO, FORA NUOVA COMBATTERA’ A FIANCO DEI CITTADINI PER ELIMINARE IL PROBLEMA ALLA RADICE.
D.raggi
resp. organizzazione
f.n. faenza

LE REGOLE PER FORTUNA ESISTONO

Sono molto sbalordita non solo dall’articolo del settimanale “qui magazine” dal titolo “aiutateci ad integrarci” ma soprattutto dalle dichiarazioni del presidente della Consulta sig. Diop.
Il pacchetto sicurezza sembra dar fastidio ai nostri cari “compagni” i quali affermano che è un limite all’integrazione degli extra-comunitari; beh, sinceramente se si vuol integrare dei clandestini o simili, beh allora sì, diciamo che la legge limita!!!! E Sembra anche che siano rimasti basiti dalle risposte dei faentini alle domande poste durante un sondaggio nel quale si chiedeva cosa si vorrebbe dire agli extracomunitari e al quale fra le varie risposte, qualcuno (ma senza specificare percentuali, mentre invece sarebbe stato interessante ) ha detto che li vorrebbe a casa loro, oppure che si dovrebbero adeguare alle nostre regole.
Non ci vedo nulla di strano, anzi vedo strano la risposta del sig. Diop il quale ha affermato che per la sua mentalità è estraneo ad essere costretto a rispettare un regolamento condominiale. Quindi, mi vien da chiedergli se poi alla fine lo rispetta, anche se a malincuore, oppure vive nella più totale anarchia, quella ovviamente insegnatagli dai suoi “rossi amici solidali”, chissà cosa cistanno a fare i codici italiani, tanto, le regole a cosa servono? Potremmo, a questo punto, eliminare i corpi di Polizia Municipale, tanto cosa stanno a fare i vigili urbani se “le regole” sono faticose da seguire, se c’è qualcuno che è estraneo a seguire un semplice regolamento condominiale. Ahhh, beh i vigili urbani servono a far le contravvenzioni solamente ai faentini italiani i quali sono costretti a seguire le regole, siamo italiani, non ai senegalesi, romeni, moldavi etc etc.
Ma mi chiedo, se io cittadina italiana andassi nei loro paesi e non seguissi le loro regole, lamentandomi sempre e solamente cosa mi succederebbe, boh non so purtroppo non sono afferrata in materia ma so che si parla di carcere duro ( non come in Italia) di linciaggi, di pena di morte…Qua, invece tutto è permesso, tutto è concesso e poi ci additate come razzisti, o vi sconvolgete dalle risposte degli italiani. Mi piacerebbe proprio fare una bella chiacchierata col sig. Diop e cercare di spiegarli che in Italia, oltre ai diritti, per fortuna ci sono delle regole, dei doveri, delle leggi da rispettare e che se ci si vuol integrare ci si deve adeguare altrimenti….si torna a casa propria.
Desideria Raggi
Resp. organizzazione
Forza Nuova Faenza