A PREDAPPIO I “CAMERATUCCI” NON VOGLIONO FORZA NUOVA

Forlì, 30 Marzo 2009

Lettera aperta di FN ai Predappiesi

A Predappio stanno succedendo cose strane. Da qualche tempo si aggira uno “ spettro”, una pasionaria – non di sinistra ma liberal capitalista, del PDL, per intenderci – abbandona il chiuso delle sue stanzette, passa lunghe e interminabili giornate a “ catechizzare “ le persone che potrebbero vedere Forza Nuova con simpatia, rimuove rimorsi su ciò che avrebbe potuto essere e che non è stato, sfugge dagli spettri del passato – ma questi spettri li sfugge solo in campagna elettorale perché ,durante le date canoniche dei “ pellegrinaggi “ dei giovani a Predappio non disdegna vendere “ souvenir” di Lui,abbigliamento apologetico,qualsiasi cosa dove Lui è sempre presente ai militanti di Forza Nuova che si recano a Predappio.
“ Cara mia –si dice – è tempo d’agire! Non dobbiamo permettere a quei maramaldi di Forza Nuova di presentarsi, costi quel che costi, i destini della Patria immortale ci vanno di mezzo”.
“ Cosa si può inventare? Forza Nuova che parla di sociale, che distribuisce pasta al popolo a prezzo di costo, che invia proposte ai candidati Sindaco, che lancia idee per aiutare il popolo in questo momento di crisi economica, che si presenta in Piazza con la faccia pulita dei suoi giovani militanti. Trovato! Predappio non merita questa banda di “ estremisti.”
La pasionaria ha dialogato con alcuni nostri militanti alla presentazione di Rolli, ha sostenuto che questa volta si poteva battere la sinistra – si badi il linguaggio politicamente corretto: la sinistra e non i comunisti – che, in fondo anche loro erano anti-comunisti come noi – e questo, per noi, è stato un motivo di preoccupazione- pertanto non aveva significato presentare la lista di Forza Nuova: potevamo far confluire i nostri voti nella lista civica capeggiata da un uomo dell’UDC; potevamo,anche noi, contribuire a far vincere la Balena Bianca, a far tornare Predappio ai tempi di Adone Zoli, a far ritornare Predappio ad essere un Borgo medioevale;la nostra risposta è stata NO GRAZIE, non ci interessa,noi siamo, sì, anticomunisti ma anche, e ferocemente, anti liberal capitalisti.
Ma vogliamo illuderci che siano anticomunisti sul serio e gli diamo la possibilità di dimostrarlo: che la nostra pasionaria si impegni a far intitolare una strada di Predappio a Sergio Ramelli, un giovane milanese di 17 anni, massacrato e ucciso dai comunisti a colpi di chiave inglese – a proposito dove erano questi anticomunisti quando il sottoscritto andava in Piazza nel tempo in cui le bande comuniste giravano gridando: “ Azet 36 fascio dove sei? “ Non ci è sembrato di vederli ma, se ci sbagliamo e lo dimostrano, siamo pronti a fare pubblica ammenda.
La realtà è un’altra: AN, dopo essersi annullata per confluire nel grande frullatore del Padre-padrone, ha fatto un passaggio non indolore, ha lasciato sul campo morti, feriti e prigionieri,
Fini è stato il protagonista del lungo viaggio che ha portato il MSI, prima in AN poi nel PDL: è stato l’artefice della distruzione di un “ mondo”, è stato il maggiore testimonial della “ Milano da bere”, è la personificazione dello juppy rampante che passa sopra a tutto e tutti pur di arrivare.
Ha portato gli ex missini, gli ex alleanzini ad andare a braccetto con democristiani, socialisti,radicali,liberali.
Il prezzo da pagare è altissimo: la perdita di identità, il cedimento totale ad una forza atlantista e liberista, la perdita del Patrimonio Storico, in poche parole, diventare un numero tra le migliaia di dipendenti del Padre-padrone.
Ma la cosa che preoccupa maggiormente la pasionaria è che in AN , almeno in una parte, sono presenti vecchie “ illusioni” di chi ha ancora una storia, un passato,una dignità, un patrimonio ormai reso non spendibile perché cancellato, annientato, distrutto con lo scioglimento di questo partito.
E così arriviamo al nocciolo della questione: a queste persone non bisogna dare un lido su cui approdare, non bisogna lanciare una ciambella di salvataggio,debbono amalgamarsi ed accettare il frullatore del Padre-padrone:
Forza Nuova rappresenta questa ciambella di salvataggio: gli dobbiamo impedire, costi quel che costi, di presentarsi.
Ma non si facciano illusioni, siamo abituati alla lotta, lotteremo fino in fondo per presentare la nostra lista,ed invitiamo sia tutti gli anticomunisti-veri- che tutti gli anti liberal capitalisti a firmare per la nostra presentazione.
Saremo in Piazza, fino alla data ultima per la presentazione delle firme, con i nostri giovani, con le nostre idee, con le nostre proposte: se dobbiamo “ morire” vogliamo morire in piedi.
Avanti con Forza Nuova contro i comunisti e contro il ritorno della balena bianca.

Claudio Marconi
Referente FN Forlì-Cesena

Annunci

1 commento

  1. A Meldola non c’è la Lista di Forza Nuova, la destra è rappresentata all’interno della lista Zattini da leonardo Poli della Fiamma. Passate parola a coloro che conoscete a Meldola (FC), è il nome da scrivere.
    Mi farò carico di portare, se sarò eletto, in Consiglio Comunale anche le istanze di F.N e di tutti coloro che si riconoscono nei nostri sacri ideali.
    Venerdì 5 alle 21 in Piazza a meldola comizio conclusivo della campagna elettorale da parte della lista di centrodestra.
    Cercate di venire e facciamo vedere che la destra non è morta.
    POSSIAMO VINCERE…. E VINCEREMO!
    per contatti fiammameldola@libero.it


Comments RSS TrackBack Identifier URI

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...