CI SIAMO SPOSTATI!

IL BLOG DI RIFERIMENTO A FORZA NUOVA ROMAGNA SI È SPOSTATO QUI!

http://forzanuovaromagna.wordpress.com/

Un “ostello” a cielo aperto

Succede a Faenza, ti capita di rientrare a casa tardi e cosa scopri? Un nuovissimo “ostello” a cielo aperto non lontano dal centro: nel parcheggio dalla mensa, difronte allo stabilimento “ex omsa”. Sei talmente incredula che, per capire bene cosa stia succedendo, rischi pure di infilarti nella rotonda. Non ci credi e ti ritrovi come un forestiero, a rifare la rotonda per assicurarti che non sia una visione dettata dalla stanchezza e invece confermi l’assurda realtà.
In mezzo a 4 furgoni trasformati in camper, distesi completamente a terra sotto delle coperte ti ritrovi 4 zingari che dormono tranquillamente sotto le stelle.
Inizi a pensare ma non trovi giustificazioni: non ce ne sono. Per loro è tutto normale e tutto è dovuto.
Quello che piu ti fa arrabbiare, anche se oramai dovresti averci fatto il callo, è l’amministrazione comunale che continua a mentire spudoratamente e continua ad imporci il suo becero, spudorato e falso perbenismo verso i rom e non solo….
Per loro va tutto bene, Faenza è sicura, tranquilla e pulita. Perchè non hanno la faccia di dire onestamente che il problema c’è ed è anche grande? FOrse per qualche ritorno economico o per palesi favoritismi per e da losche società lucrative camuffate da cooperative sociali con obiettivi ben precisi verso il prossimo, quel prossimo che deve essere extracomunitario, rom etc…ovviamente della peggior razza? Quante migliaia di vecchie lire prima e di euro dopo, son stati spesi dalle varie amministrazioni comunali per l’integrazione di questi soggetti che non hanno alcuna voglia di integrarsi con i nostri usi e costumi ( e c’era chi, della vecchia amministrazione comunale, sosteneva che dagli zingari noi faentini dovevamo solo che imparare!) Il movimento forzanovista chiede una celere e veritiera risposta da parte del sig. Sindaco e azioni concrete per l’allontanamento di questi soggetti dalla nostra città!
D. Raggi
resp. provinciale
Movimento Forza Nuova

Ritorsione mafiosa a Vainer Nanni – FN:”Inviare l’esercito”

abusivi rimini

RIMINI – Forza Nuova esprime piena solidarietà all’esercente balneare Vainer Nanni, vittima nella mattinata di domenica 18 agosto della ritorsione in pieno stile mafioso da parte degli stessi venditori abusivi che giorni fa lo avevano fatto oggetto di minacce per il suo costante impegno nella lotta all’abusivismo commerciale in spiaggia.
E’ così infatti che al suo arrivo presso lo stabilimento balneare n°128 di Rivazzurra si è ritrovato diversi lettini divelti e squarciati con arma da taglio – “Avvisato in pieno stile mafioso, ma io non mollo” – spiega lo stesso operatore dopo aver divulgato le immagini dell’accaduto su facebook. Il timore ora è che si potrebbe andare anche oltre a semplici minacce e ritorsioni, visto l’aumentare della tensione negli ultimi giorni e considerato come Sindaco, Questore e Prefetto con il loro buonismo abbiano sottovalutato il fenomeno.
“E’ evidente – dichiara Mirco Ottaviani, responsabile provinciale per Forza Nuova sul territorio di Rimini – come tutte le attività commerciali abusive siano gestite da un vero e proprio racket che non si fa scrupoli ad utilizzare ritorsioni e violenze fisiche di fronte a chiunque tenti di ostacolarle; ne sono le evidenti dimostrazioni gli scontri tra vu cumprà e forze dell’ordine dei giorni scorsi, le aggressioni a titolari degli stabilimenti balneari e turisti, le risse tra senegalesi e bengalesi per il controllo dell’arenile e, ultima ma non per importanza, la ritorsione nei confronti di Vainer Nanni”.
“Non saranno, e già lo si è visto, quattro volontari armati di casacchine e telefoni cellulari ad emarginare il fenomeno – continua il responsabile – ma in tale situazione non vediamo altre soluzioni se non l’intervento coatto da parte dell’esercito, ancor’oggi purtroppo impiegato troppo spesso in missioni di guerra all’estero per conto di terzi, con fogli di via ed espulsioni dal territorio nazionale per recidiva”.
Dopo 60’000 euro spesi nell’inutilità dell’iniziativa anti vu cumprà e con i commercianti italiani che, oltre ad essere costretti a vivere l’insostenibile crisi economica e l’incrementale carico fiscale e burocratico, devono anche sottostare allo sfrenato abusivismo commerciale, Forza Nuova si auspica una seria presa di posizione da parte delle istituzioni prima che il litorale riminese si trasformi in un campo di battaglia tra disperati, dove per il nostro Movimento non sarà difficile schierarsi con ogni mezzo, più o meno legale, dalla parte di chi ha operato una vita, con grandi sacrifici fisici ed economici, per portare benessere e turismo sul nostro territorio ed oggi vede tutto quanto sfumare di fronte ad una politica inadempiente ed all’invasione selvaggia di incivili incuranti delle leggi e del rispetto per il nostro Paese.
Rimini, 19 agosto 2013

Ufficio stampa
Forza Nuova Rimini

Ennesimo atto deliquenziale

La nostra città continua ad essere sicura per l’amministrazione comunale manfreda. Continuano a far orecchie da mercante; il loro obiettivo principale è riscuotere soldi dai cittadini in tutte le maniere, della sicurezza non interessa nulla a nessuno. A nessuno è vento in mente che il soggetto reo invece di auto-lesionarsi poteva scagliarsi come una furia contro i passanti, contro le commesse? Abbiamo scampato un secondo Kabobo??? Forse.
Forza Nuova Faenza

http://www.ravennatoday.it/cronaca/rapina-rissa-molestie-centro-commerciale-filanda-faenza-ieri-sera-13-agosto.html

Blitz di FN contro la visita del ministro Kyenge alla festa democratica di Cervia.

21
CERVIA – Ennesima dimostranza da parte del nucleo forzanovista nei confronti delle scellerate politiche propagandate dal ministro dell’Integrazione Cecile Kienge, la cui visita è in programma alla festa democratica di Cervia il 26 luglio,e per ribadire per l’ennesima volta la sua radicale contrarietà a qualsiasi tipo di società multietnica.
Questa notte i militanti forzanovisti hanno rilasciato sul territorio cervese diversi manichini insanguinati, corredati da diversi volantini e cartelli recanti la scritta “L’immigrazione uccide – No ius soli”.
Forza Nuova ritiene assolutamente necessario che lo Ius Sanguinis resti saldamente in vigore in quanto è il solo principio naturale e quindi, il solo apllicabile. Tutelare l’identità italiana deve essere di primario interesse, in quanto essa rappresenta la forza da cui trae linfa la vita stessa del nostro popolo.
“I recenti fatti di cronaca, i continui stupri e uccisioni di cittadini italiani per mano di extracomunitari clandestini, il totale silenzio delle istituzioni sempre più vigliacche e sempre più complici e l’evidente razzismo nei confronti dei nostri compatrioti, sono solo alcuni dei motivi che hanno spinto i militanti forzanovisti a compiere l’azione in oggetto” – spiega il responsabile regionale Mariani Raffaello – “Forza Nuova chiede le immediate dimissioni del ministro Kienge tanto loquace nell’enunciare il suo programma distruggi Italia con l’introduzione dello ius soli, quanto taciturna dal non dire neanche un parola di pietà per i morti ammazzati ne una condanna per gli autori di questi delitti”.
Forza Nuova così ribadisce per l’ennesima volta la sua radicale contrarietà a qualsiasi tipo di società multietnica dove lo straniero ha solo doveri e non diritti e dove il cittadino italiano è considerato solo uno strumento da spremere con tasse usuraie.
Dopo che per anni, la classe politica ha raccontato agli italiani che gli immigrati erano necessari per l’economia, Forza Nuova grida ad alta voce senza paura che l’ immigrazione non è una ricchezza, che l’ immigrazione genera povertà tra gli italiani, che l’immigrazione uccide.
Ad oggi solo Forza Nuova si schiera apertamente a reale difesa dell’identità e della cultura Italiana, così come Forza Nuova è l’unico Movimento che avversa la società multirazziale ed il suo manifesto fallimento che riempie le cronache dei giornali ogni giorno.

Cervia, 26 luglio 2013

Ufficio stampa
Forza Nuova Romagna

Forza Nuova accoglie il ministro Kyenge: No Ius Soli!

995910_588505967868528_611234723_n

267216_588506331201825_1984575186_n

CESENA – Domenica 14 luglio 2013 ha fatto tappa a Sorrivoli (FC) la carovana dello “ius migrandi” che vede come testimonial il Ministro per l’Integrazione e la Cooperazione Cecile Kyenge. L’intervento di quest’ultima era infatti atteso per le ore 21 all’interno del festival della libera circolazione, evento che propaganda di abolire il reato di clandestinità e il passaggio allo ius soli per l’acquisizione della cittadinanza italiana.
FORZA NUOVA ha “accolto” il Ministro con un presidio statico dalle ore 19 alle ore 22 presso piazza Giosuè Carducci a pochi metri dal luogo dove si svolgeva il contestato evento. Una trentina di militanti forzanovisti con bandiere alla mano hanno srotolato diversi striscioni , rivendicando l’estrema difesa dei nostri confini e della nostra Identità.
“Non esiste al mondo che una persona che viene espulsa da un territorio nazionale resti libera di circolare e di commettere reati come testimonia tragicamente la cronaca deegli ultimi giorni – commenta Raffaello Mariani, coordinatore di Forza Nuova in Romagna – L’idea di non voler considerare reato lo status di clandestino e’ un’aberrazione legislativa, assente in qualsiasi Paese civile.”
Forza Nuova in un volantino distribuito durante la manifestazione evidenzia poi come “spesso si dimenticano volutamente donne e uomini africani costretti a lavorare per pochi euro al giorno nelle campagne calabresi”.
Solo Forza Nuova ha denunciato questa situazione schierandosi apertamente contro il potere mafioso che gestisce questi traffici; siamo razzisti noi che vogliamo difendere il popolo italiano e aiutare quello africano in Africa o chi, con tanto buonismo e falsa solidarieta’, mette a rischio la sicurezza degli italiani e favorisce questa schiavitu’ del terzo millennio?

Cesena, 14 luglio 2013
Ufficio stampa
Forza Nuova Cesena

Forza Nuova a Forlì, “no allo ius soli”

IMG_0001

IMG

Nella serata di mercoledì 17 luglio la sezione di Forza Nuova locale ha organizzato un presidio in piazza Saffi a Forlì contro lo Ius Soli. Una quindicina di militanti ha distribuito volantini e materiale informativo per esprimere l’assoluta contrarietà del movimento alla modifica della legge per l’acquisizione della cittadinanza e alle gravi conseguenze per il nostro popolo, che porterebbe l’abolizione del reato di clandestinità. Molto positiva la risposta di tanta gente, che ha dimostrato vicinanza alle idee del movimento, e totale sfiducia in una politica ormai asservita ad interessi di lobbies e potentati economici.

Andrea Proli

Forza Nuova Forlì